PostNewsLetter

Articoli che compongono la newsletter

L’esperienza di Silvano con la passione del ciclismo e la cardiomiopatia ipertrofica

Ciclismo e cardiomiopatia ipertrofica, un accostamento impossibile? Non più grazie alla tecnologia delle e-bike altrimenti chiamate pedalec. Questo tipo di bicicletta, mediante l’ausilio di un motore elettrico, consente di pedalare diminuendo di molto la fatica fisica. Da qui il nome pedalec che fa riferimento appunto alla pedalata. Si intenda subito che il motore non sostituisce il ciclista che deve sempre pedalare ma attenua lo [...]

Desiderare un figlio e affrontare una gravidanza

Desiderare un figlio pone problemi di non semplice soluzione per chi è affetto da cardiomiopatia. Se si è donna la paura e le emozioni giocano un ruolo ancora più pesante perché viene messa in gioco la sua stessa salute. Per comprendere meglio le speranze e le sensazioni provate da queste donne, abbiamo raccolto la gentile testimonianza di Bruna, 26enne in dolce attesa affetta da [...]

Oliviero, 88 anni: il dramma, la malattia, la reazione e una vita serena

Oliviero, 88 anni, scopre di essere affetto da cardiomiopatia ipertrofica quasi per caso, in seguito al decesso improvviso di un suo parente stretto. Lo scrupolo di un medico, che studiava la familiarità di questa malattia, gli salva la vita, rivelando che anche lui ne era affetto. Da più di 35 anni si cura, si sottopone a controlli periodici e vive senza apprensione questa sua condizione.

Analisi genetica in età pediatrica: quando farla?

Dott.ssa Francesca Girolami, Cardiogenetica - Ospedale Pediatrico Meyer Se un genitore è affetto da Cardiomiopatia deve sottoporre il figlio minore ad indagine genetica? Su questo argomento delicato e complesso esistono specifiche linee guida a livello americano e europeo. Ce ne parla Francesca Girolami, genetista, che lavora presso l’ospedale pediatrico Meyer di Firenze, dove esiste un laboratorio di Cardiogenetica afferente alla struttura di Cardiologia Pediatrica [...]

Cardiomiopatie pediatriche: l’importanza della diagnosi multidisciplinare

Intervista alla Dr.ssa Silvia Favilli, responsabile Cardiologia pediatrica Ospedale Meyer La diagnosi di Cardiomiopatia in ambito pediatrico va affrontata con un team di specialisti, che ne sappiano individuare con rigore l’origine. Ed è importante accompagnare il piccolo paziente verso il suo futuro da adulto con un percorso adeguato. Il tema è stato affrontato al convegno “Cardiomiopatia ipertrofica in età pediatrica” organizzato dalla Dr.ssa Silvia [...]

Quando la cardiologia incontrò la diagnostica genetica

Parla la Dr.ssa Francesca Torricelli, che ha fondato e diretto la “Diagnostica genetica” dell'Ospedale di Careggi La “Diagnostica genetica” di Careggi a Firenze è oggi un centro di eccellenza in Italia per le cardiopatie ereditarie, ed è parte integrante del team che consente di ricostruire la familiarità delle cardiomiopatie ipertrofiche e di agire come potente strumento di prevenzione. Francesca Torricelli, che ha diretto la [...]

La Via del Cuore

La “Via del Cuore” è un progetto di AICARM ONLUS che ha lo scopo di favorire il benessere e la longevità a pazienti affetti da Cardiomiopatia e aiutarli a ristabilire uno stile di vita attivo e salutare.

I pazienti e lo sport: attività fisica per almeno 150 minuti alla settimana

Intervista a Flavio D’Ascenzi, docente Cardiologia dello Sport ’Università di Siena (di Laura D’Ettole) I pazienti affetti da una Cardiomiopatia non solo possono, ma devono sottoporsi ad un’attività fisica di modesta intensità, perché questa rappresenta un completamento della terapia farmacologica e previene le comorbilità. Il Dr. Flavio D’Ascenzi, specialista in Cardiologia dello Sport dell’Università di Siena, consiglia di effettuare almeno 150 minuti di attività [...]

In sperimentazione un nuovo farmaco che previene la Cardiomiopatia aritmogena del ventricolo destro

Un farmaco in grado di bloccare un difetto genetico che provoca la Cardiomiopatia aritmogena del ventricolo destro ha superato con successo il test di laboratorio e sta per passare al test animale prima di arrivare alla sperimentazione umana. La buona notizia, pubblicata sulla prestigiosa rivista scientifica Cell Stem Cell, è stata annunciata da due ricercatori italiani, Alessandra Rampazzo del Dipartimento di biologia dell’Università di [...]

Torna in cima